Montia fontana L.

Famiglia : Portulacaceae

 

Forma biologica: T scap/ I rad

 

Descrizione: Pianta alta 2-30 cm, con fusti diffusi, ascendenti o eretti, ramosi. Le foglie opposte, carnosette, le superiori subsessili, psatolate (1,5-6 X 5-15 mm). I fiori sono solitari o in cime 2-5 flore, su peduncoli capillari in alto ispessiti. Le foglie involucrali ("sepali") sono 2. I petali sono  di colore bianco, 2 maggiori (1,5 mm) e 3 più brevi. Il frutto è una capsula sferica dal diametro di 1,5 mm. In Sicilia 3 sottospecie: subsp. variabilis Walters, presenta semi maturi sull'orlo con tubercoli distanziati, brevi, ottusi o subacuti; subsp. amporitana Sennen, si distingue per i semi maturi fittamente ricoperti di tubercoli sull'orlo, in genere cilindrici, acuti; subsp. chondrosperma (Fenzl) Walters presenta invece semi maturi opachi, completamente ricoperti di grossi tubercoli ottusi.

 

Biologia :  Fiorisce tra aprile ed agosto.

 

Ecologia: Ambienti umidi (0-2500 mslm).

 

Corologia: Medit. Montana-Subatlant.

 

Distribuzione nazionale:  Presente in tutto il territorio, ma in genere piuttosto rara.

 

Distribuzione regionale: In genere poco comune nei rilievi della Sicilia settentrionale: la subsp. variabilis è nota soltanto nell'area Etnea. La subsp. amporitana è segnalata per il territorio delle Madonie, mentre la subsp. chondrosperma è la più comune, essendo segnalata sui monti di Palermo, sulle Madonie, sui Nebrodi e sui Peloritani.